I pasticceri più famosi d’Italia

Categoria: Personaggi 

Li vediamo sempre più spesso in TV, sono le nuove star del momento, invidiati da tutti i golosi e fanno (probabilmente) il lavoro più bello del mondo, sono i pasticceri più famosi d’Italia. Molto più che una semplice professione, il mondo della pasticceria è arte, inventiva, estro, pazienza, sapienza e… passione! Sì perché, come diceva un certo G.W.F. Hegel, Nulla di grande si crea al mondo senza passione. E il mondo culinario, italiano e non, è davvero vasto, ma quello che riguarda la pasticceria non è da meno. Esistono infiniti tipi di dolci, pronti a deliziare il palato della clientela più esigente.

L’Italia è di certo il luogo giusto per i golosi di dolci, non mancano nel nostro Bel Paese dessert con una loro precisa storia regionale, ma quali sono i migliori pasticceri italiani?

I migliori pasticceri d’Italia

I pasticceri sono un po’ artisti e un po’ matematici, e le loro creazioni non sono solo torte, bignè e pasticcini, ma sculture colorate, armoniose, profumate e belle, anzi bellissime da vedere che ti viene voglia di toccarle, oltre che mangiarle. Ma quali sono i più famosi pasticceri italiani?

Ecco alcuni nomi di pasticceri illustri nel panorama italiano:

Ernst Knam (Knam, Milano) tedesco di nascita e milanese d’adozione, uno tra i più grandi pasticceri al mondo.

torta con frutti di bosco del pasticcere ernts knam
Credits: Ernts Knam FB

Iginio Massari (Pasticceria Veneto, Brescia, Milano, Torino) classe 1942, è considerato il numero uno in Italia.

trinchetto al cioccolato di Iginio Massari
Credits: Iginio Massari FB

Alessandro Dalmasso (Pasticceria Dalmasso, Avigliana – Torino) uno tra i pasticceri più premiati nel panorama dei dolci made in Italy.

torta con frutta del pasticcere Alessandro dalmasso
Credits: Alessandro Dalmasso FB

Luigi Biasetto (Bar Pasticceria Biasetto, Padova) autore di diverse creazioni nella sua pasticceria di Padova.

macaron verdi del pasticcere luigi biasetto
Credits: Luigi Biasetto FB

Giuseppe Manilia (Maison Manilia, Montesano Scalo – Salerno) vincitore di diversi premi e riconoscimenti, una presenza costante nelle classiche dei migliori pasticceri d’Italia.

torta con frutta del pasticcere Giuseppe Manila
Credits: Giuseppe Manila FB

Andrea Besuschio (Pasticceria Besuschio, Abbiategrasso – Milano) esperto pasticcere, cioccolatiere e gelatiere.

torta del pasticcere Andrea besuschio
Credits: Andrea Besuschio FB

Sandro Ferretti (Pasticceria Ferretti, Mosciano sant’angelo – TE) pasticcere innovativo che tiene alto il nome dell’Abruzzo dolciario.

torta al cioccolato del pasticcere Sandro ferretti
Crtedits: Sandro Ferretti FB

Gino Fabbri (Gino Fabbri Pasticcere, Bologna) pasticcere bolognese e membro della prestigiosa Accademia Maestri Pasticceri Italiani.

torta ai frutti di bosco del pasticcere Gino fabbri
Credits: Gino Fabbri FB.

Pasquale Marigliano (Pasticceria Pasquale Marigliano, Nola – Napoli) maestro dell’incontro di due cucine, quella partenopea e francese.

pasticcini con fragole del pasticcere pasquale Marigliano
Credits: Pasquale Marigliano FB.

Paolo Sacchetti (Pasticceria Nuovo Mondo, Prato) classe 1959, famoso per i suoi panettoni e le uova pasquali.

dolce foresta nera di Paolo sacchetti
Credits: Paolo Sacchetti Pasticceria Nuovo Mondo FB

I dolci italiani più famosi 

L’Italia è un Paese meraviglioso, anche dal punto di vista culinario e cosa c’è di meglio di un dolce per deliziare il nostro palato? Dalla colazione al dopo cena il dessert sottolinea spesso un momento speciale, come un lieto evento o una ricorrenza. Avete mai visto un matrimonio, una festa di compleanno, una cena speciale senza il dolce? Che sia il gelato d’estate, il torrone a Natale, l’uovo a Pasqua, o la classica torta, il dolce è sempre presente nelle grandi occasioni così come in precisi momenti della giornata, come durante il tè del pomeriggio.

Vi siete mai chiesti quali sono i dolci italiani più conosciuti all’estero? Eccoli:

  • tiramisù, un dolce che conosce diverse varianti, tutte con un unico comun denominatore: la morbidezza;
  • gianduiotti, i famosissimi cioccolatini torinesi con cacao e nocciole;
  • babà, dalla forma a fungo;
  • torrone, immancabile nelle tavole natalizie, conosce molte varianti, tutte irresistibili;
  • sfogliatella napoletana, ripiena di ricotta o crema, si presenta in due varianti: con pasta sfoglia o pasta frolla;
  • pastiera, dolce tipico pasquale della tradizione partenopea;
  • cannolo siciliano, un dolce a base di ricotta che ha origine antichissime;
  • cassata, altro dolce tipico della tradizione sicialiana, con pasta di mandorle e frutta candita;
  • seadas, tipico dolce sardo fritto a base di formaggio e miele.

Le migliori pasticcerie d’Italia 

Viaggiare per l’Italia dà la possibilità di scoprire incredibili bellezze naturali e artistiche, ma può anche rivelarsi un’occasione per scoprire dolci sapori tradizionali. Ogni regione, infatti, possiede la sua particolare storia e le sue particolari tradizioni culinarie.

Vediamo di seguito le migliori pasticcerie italiane:

  • Pasticceria Veneto (a Brescia), famosa per i krapfen, la torta paradiso, il panettone e i dolci classici della tradizione lombarda;
  • Dalmasso (a Torino), dove si possono gustare mignon dalle accostature di gusti interessanti, come lampone e violetta, fragola e vaniglia, caramello salato;
  • Biasetto (a Padova), celebre per i suoi macaron, per i cioccolatini, ma soprattutto per la torta setteveli, vincitrice della Coup de Monde de la Pâtisserie nel 1997;
  • Acherer Patisserie (a Bolzano), una pasticceria che esporta i propri prodotti in Austria, Germania, Svizzera e Giappone.
  • Pasticceria Ernst Knam, (a Milano) non ha bisogno di presentazioni, perché nel laboratorio dietro il negozio, troverete proprio lui, il re del cioccolato, Ernst Knam;
  • Caffè Sicilia di Corrado Assenza (a Noto) il re della pasticceria siciliana, sa dosare alla porzione dolce e sapido.

De gustibus non disputandum est, dicevano i latini, ovvero sui gusti non si può discutere, ma state pur certi che semmai decideste di avvcinarvi a una di queste pasticcerie sarà difficile non trovare una certa unaniminità di gusti nell’assaggiare le creazioni dei più famosi pasticceri d’Italia. La pasticceria è diventata sempre di più una vera forma d’arte e il lavoro del pasticcere comporta un insieme di abilità anche molto diverse tra loro. Non si nasce pasticcere, bensì si diventa, lungo un percorso di studio e passione, di errori e scoperte. Per iniziare un percorso di studio occore amore per il lavoro, dedizione, sacrificio e umiltà.

Il tuo sogno è diventare un grande pasticcere?

Iscriviti al corso di pasticceria professionale per entrare dalla porta principale nel mondo dell’alta scuola di pasticceria. 470 ore totali di, di cui 318 ore nei laboratori della scuola (!). A fine corso, attestato riconosciuto a livello Europeo e dal Ministero del Lavoro con il codice NUP 5.2.2.1.0.

Nel dettaglio:

  • 100 ore di lezioni teoriche nei laboratori della scuola;
  • 218 ore di lezioni pratiche nei laboratori della scuola;
  • 152 ore di stage formativo presso strutture selezionate.

DETTAGLI CORSO PASTICCERIA PROFESSIONALE

Potrebbe interessarti anche:

Grana Padano: caratteristiche, dove nasce e dove si produce

Tutto sulla fermentazione in cucina

ReD per i più giovani: 5 corsi di cucina gratuiti