Marinature per pollo e carni bianche: idee e consigli

Categoria: Cucina 

Il pollo e le carni bianche sono tra gli elementi prediletti per chi vuole seguire un’alimentazione ipocalorica, ma non per questo bisogna rinunciare a un ricette saporite e gustose! Padella, piastra e brace sono i metodi di cottura che la valorizzano di più. Ma qualunque sia il tipo di cottura, dobbiamo considerare che questa è una carne che tenderà a seccarsi, diventando più stoppacciosa. Un metodo infallibile per ammorbidire ed aromatizzare le carni bianche è sicuramente la marinatura.

Provate a marinare il pollo con una delle nostre ricette. Il risultato è garantito!

Ecco di cosa parleremo nell’articolo:

In cosa consiste la marinatura?

La marinatura è una tecnica infallibile per ammorbidire ed aromatizzare le carni. Consiste nell’immergere la carne per un certo lasso di tempo in un’emulsione composta da una parte acida (limone, aceto o vino), e da una parte grassa (olio d’oliva o burro) a cui aggiungeremo spezie ed erbe aromatiche. Le marinature più classiche sono quelle realizzate con olio e limone, ma è possibile utilizzare anche birra, yogurt, salsa di soia, ecc. Inoltre, possiamo giocare con aromi e spezie per insaporire ancor di più la carne.

Suggerimenti per una marinatura perfetta:

  • tagliare la carne in bocconcini o fettine;
  • preparare la marinatura: usare sempre una parte acida (limone, aceto o vino) che servirà a precuocere la carne e una parte grassa (olio o burro), utile per nutrire le carni più magre;
  • la marinatura avviene per immersione, perciò dovrà ricoprire ogni singolo pezzo e/o fetta;
  • utilizzate sempre un recipiente di vetro o ceramica, perché altri materiali (plastica o metallo) potrebbero alterarne il sapore;
  • prima di passare alla cottura, lasciate riposare la carne fuori dal frigo per circa un’ora;
  • uno dei segreti fondamentali per mantenere la morbidezza di qualsiasi tipo di carne è quello di cuocerla a temperatura ambiente.

Marinatura classica con vino, aceto o limone

La marinatura classica viene realizzata con il vino rosso o bianco oppure con aceto o limone. E’ fondamentale tagliare il pollo a pezzetti o in fettine poco spesse per immergere totalmente la carne nel nostro composto di olio extravergine d’oliva, aglio tritato, sale, pepe ed erbe aromatiche a vostra scelta e infine la parte acida o alcolica. Coprite il contenitore con la pellicola trasparente e lasciate in frigo per almeno 3/4 ore.

Marinare il pollo con la birra

Il pollo marinato alla birra è una variante “alternativa” e più sfiziosa alla classica marinatura con il vino. Inoltre, la birra ha degli enzimi che aiutano a rompere le fibre dure della carne, rendendola più tenera e saporita allo stesso tempo. La carne assorbirà tutti gli aromi e i sapori, ma per renderla ancora più accattivante, vi consigliamo di aggiungere uno spicchio d’aglio, un trito di erbe aromatiche (rosmarino, timo e salvia), sale, pepe e due cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Lasciate la carne a marinare per almeno 2 ore.

Marinatura agli agrumi

Gli agrumi sono degli alimenti molto apprezzati in cucina, perché il loro aroma regala un profumo unico ad ogni pietanza. Marinare le carni bianche con gli agrumi, vi permetterà di creare un piatto delicato e profumatissimo. Per farlo, vi basterà tagliare a pezzi la carne e riporla in una ciotola insieme al succo di due limoni e due arance. Se volete ottenere un sapore più dolce, aggiungete al composto 30 grammi di zucchero di canna e un pizzico di paprika dolce. Coprite il tutto con 3 cucchiai d’olio e lasciate riposare in frigo per almeno 3 ore.

Marinatura con yogurt e paprika

Un modo veloce, ma gustoso per marinare le carni bianche è lo yogurt! Questa marinatura intenerirà le carni e otterrete un sapore leggermente acidulo, che sarà poi compensato dalla paprika dolce.
In una ciotolina riponete la carne precedentemente tagliata a bocconcini, un vasetto di yogurt bianco (senza zuccheri), un cucchiaio di succo di limone, pepe, erbe aromatiche e mezzo cucchiaio di paprika dolce. Coprite il recipiente con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per qualche ora. Una volta trascorso il tempo necessario, la vostrà carne sarà pronta per essere impanata e fritta.

Marinatura per il pollo con latte di cocco

Il latte di cocco ha una consistenza cremosa, caratterizzata da un sapore delicato e tendenzialmente dolciastro. La sua delicatezza è perfettamente abbinabile con il curry, un mix di spezie indiane, perfetto per creare una pietanza dal sapore thailandese, dove il latte di cocco è tipico. Il procedimento è semplicissimo! Mettete il pollo in una terrina e copritelo con 400 ml di latte di cocco e due cucchiaini di curry. Mescolate per bene, coprite con la pellicola trasparente e lasciate marinare in frigorifero per 2 ore. Trascorso questo tempo, scolate la carne e fatela rosolare in padella con un filo d’olio per circa 15 minuti. Aggiungete la marinatura e fate cuocere il tutto per 20/30 minuti.

Potrebbe interessarti anche:

Come usare il termometro da cucina per la carne: tutto quello che devi sapere

Cottura della carne sottovuoto: come farla a casa e i tempi di cottura

Polpettone al forno: ricetta facile e veloce