I docenti di ReD: Emmanuele Forcone, campione del mondo di pasticceria 2015

Categoria: Personaggi 

Quattro volte campione italiano di pasticceria: è Emmanuele Forcone, un giovane e promettente Maestro Pasticcere che, anche nella quindicesima rassegna della Coupe du Monde de la Patisserie, a Lione, si è confermato ancora una volta vincitore.

Apprendista sin da giovanissimo e di origini abruzzesi, Forcone si è sempre votato all’arte del dolce, partecipando a fiere e laboratori e dedicandosi totalmente alla ricerca in laboratorio. Per questa ragione, forse, predilige la pasticceria moderna – lavorando in particolare col cioccolato. Col passare del tempo, inoltre, le sue esperienze in laboratorio gli hanno permesso di diventare anche un apprezzato consulente per aziende, scuole e privati che abbiano desiderio di arricchire il proprio bagaglio tecnico.

Dopo essersi diplomato alla scuola alberghiera di Pescara, già forte dei corsi italiani ed esteri, si dedica subito alla competizione in differenti concorsi, ottenendo molti risultati prestigiosi: già nel 2005 è Primo al Campionato Italiano di Pasticceria Seniores al Sigep di Rimini, mentre l’esperienza internazionale arriva due anni più tardi, nel 2007, facendo parte della squadra nazionale italiana alla Coupe du Monde de la Patisserie. La squadra giungerà terza in questa occasione.
Il suo ingresso nell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani è del 2009 e nel 2010 diventa per la prima volta campione italiano di Pasticceria. Attualmente è anche un docente per ReD.

La sua bravura si esprime anche attraverso l’uso di tecniche decorative molto avanzate. Del resto è uno dei pochi specialisti in grado di lavorare professionalmente l’isomalto, uno zucchero estratto dalle barbabietole con particolari caratteristiche che lo rendono adatto nel campo dello zucchero artistico, in cui Forcone sa bene come muoversi. Un grande potenziale che gli permette di lavorare sia sulle decorazioni di torte da cerimonia che in ambito puramente artistico ed autonomo, avvalendosi anche della sua competenza con gli stampi tridimensionali. Dall’altra parte, invece, c’è il cioccolato: certamente un ingrediente con più potenziale commerciale, ma anche con grande potenzialità creativa. Come egli stesso afferma, infatti, ne apprezza “la creatività estrema che la pasticceria moderna permette”. Ma è la combinazione del suo perfezionismo e della passione per i dolci ad essere alla base del successo della sua continua ricerca.

Emmanuele Forcone propone anche un modo nuovo di interpretare la golosità: “essere golosi sicuramente aiuta ad essere più creativi, perché chi è goloso può immaginare il buono ancor prima di gustarlo”.

 

campione pasticceria

Potrebbe interessarti anche:

Nicola Fossaceca e la sua cucina stellata di pesce